Bambini. I consigli di Dentalman

I nostri denti

Tutti i bambini nascono già con tutti i denti, nascosti dalle gengive. Nella nostra bocca i denti da latte cominciano a comparire dai 6 mesi e arrivano a 20, intorno ai 3 anni. I denti da latte, per ogni arcata, sono:
– 4 incisivi
– 2 canini
– 4 molari

Verso i 6 anni i primi dentini cominciano a cadere per fare spazio ai denti permanenti che, nell’arco di una decina di anni, arriveranno a 32.

Esternamente il dente è ricoperto dallo smalto, una sostanza molto dura, che serve a proteggere la parte viva del dente. È proprio lo smalto che quotidianamente viene attaccato dai batteri, piccolissime forme di vita che abitano la nostra bocca e che sono in grado rovinare i nostri denti, scavando piccoli buchi (le carie).

Cosa succede al dente quando si caria?
Se lasciamo che i batteri cattivi nella nostra bocca aumentino di numero, i nostri denti saranno sempre più esposti alla loro azione distruttiva.

Dapprima aggrediscono lo smalto, “mangiandolo”; una volta bucato lo smalto, se non si interviene subito, la carie può arrivare al cuore del dente.

A quel punto il dente comincia a fare molto male e occorre devitalizzarlo ossia “togliergli la vita”. Il dente non verrà tolto, ma sarà un dente morto.

Perché laviamo i denti?

Dato che la nostra bocca è abitata dai batteri, è importante lavare e spazzolare bene i denti, per eliminarne quanti più possibile.

Una bocca pulita fa sì che i nostri denti siano sempre sani e belli.
Bisogna dedicarsi alla pulizia dei denti fin dalla loro prima comparsa.

Quando dobbiamo lavarli?

Ogni volta che mangiamo, i batteri della nostra bocca si moltiplicano.

Il momento giusto per lavare i denti è quindi sicuramente dopo ogni pasto, per evitare che rimangano residui di cibo che si trasformino in altri agguerriti batteri pronti ad attaccare lo smalto dei nostri denti.

Un alleato fondamentale nella guerra ai batteri è la saliva.

Durante la notte però la saliva non viene prodotta e i nostri denti rimangono ancora più indifesi dall’attacco batterico.
Per questo lavarsi i denti prima di andare a letto diventa quasi “vitale” per la salute della nostra bocca.

Quando devo andare dal dentista?

Il dentista vi aspetta per un controllo, almeno 2 volte l’anno, per evitare che, senza accorgersene i batteri abbiano cominciato a banchettare con i vostri denti. Se ci sono problemi, dolori o altro, il dentista è sempre a vostra disposizione.

I controlli servono anche a conoscere l’ambiente, le persone che ci lavorano, le attrezzature che si usano, così da capire che non c’è nulla di cui avere paura. Dal dentista poi c’è una zona dedicata a voi bambini, dove potete giocare e disegnare.
E se vi comportate bene, c’è un premio che vi aspetta!

Primo Soccorso

In caso di traumi che interessino la dentatura definitiva di un bambino (frattura del dente o avulsione dello stesso dalla sua sede naturale), la prima cosa da fare è recuperare il frammento o l’intero dente e cercare di conservarlo, per poterlo far avere al dentista, in tempi brevissimi.

Per la conservazione del dente occorre fare molta attenzione a non lavarlo e comunque a non immergerlo in acqua. Andrebbe tenuto in una soluzione salina (fisiologica) o nel latte. Dato però che spesso capita di avere questi liquidi a portata di mano, il consiglio migliore che potete ricevere è quello di conservare il dente in bocca, a contatto con la saliva (che altro non è che una soluzione salina appunto).

Questo farà sì che il dente rimanga vivo e possa quindi essere nuovamente impiantato nella bocca del bambino.

PREVENZIONE

In poco tempo possiamo fare una diagnosi accurata e indolore sull’igiene dei vostri
bambini, capire le zone a più alto rischio di carie e verificarne la presenza.

Intervista bambiniamilano.it | Federica De Pascalis

La cura e la salute dei denti nei bambini

Il portale bambiniamilano.it intervista la Dott.ssa Federica De Pascalis.
Si parla della cura e della salute dei denti nei bambini.

Atelier del Sale

HALOTERAPIA CONTROLLATA E GROTTE DI SALE: COSA SONO E A COSA SERVONO?

L’haloterapia controllata consiste nell’assorbimento di particelle saline in microclimi ricreati appositamente all’interno di una stanza, nella quale vengono simulate le condizioni naturali delle miniere sotterranee di sale, note per le loro proprietà curative e tutt’ora impiegate come centri di cura e benessere in Austria, Germania, Polonia, Slovacchia ed Ungheria.
Nelle grotte di sale “artificiali” grazie all’apparecchiatura di cui è dotata vengono immesse in concentrazione controllata minuscole particelle di sale, che vanno da 1 a 5 micron di dimensione.
Tali particelle riescono a raggiungere le vie respiratorie in profondità, stimolando la naturale funzione di depurazione dell’organismo; viene riprodotto in pratica lo stesso effetto di 3 giorni di vacanza al mare, quando senza rendercene conto inaliamo la salsedine marina, con tutti i benefici che già conoscevano i nostri nonni!
Il sale agisce inoltre sulla pelle, svolgendo un’azione antibatterica, ha un forte potere antiossidante che rafforza il sistema immunitario e combatte i radicali liberi, aiuta a ripulire le vie respiratorie da agenti inquinanti e allergeni. L’haloterapia è un trattamento di benessere, adatto a tutte le età; non sostituisce alcun tipo di cura medica e deve essere considerato come un trattamento naturale complementare e preventivo, utile per alleviare i sintomi di vari disturbi, anche cronici.
Le sedute di haloterapia si svolgono in totale relax e durano 40 minuti, per favorire al meglio l’attività di respirazione, sono consigliate almeno 10 sedute da svolgere 1 o 2 volte alla settimana, da ripetere almeno 2 volte l’anno.

Radio Spazio intervista la Dott.ssa Clelia Iacoviello

Nel podcast della trasmissione Spazio Benessere, condotto da Paola Valdinoci, si è parlato di alimentazione corretta per i bambini.

HAI UN’URGENZA?

Compila il form, verrai contattato il prima possibile.

ORARI DI APERTURA

lun  09.00 – 21.00
mar  09.00 – 21:00
mer  13.00 – 21:00
gio  chiuso
ven  09:00 – 18:00

COME RAGGIUNGERCI

Metro gialla fermata Porta Romana
Tram 9 29 e 30 Autobus 77 e 62.
Parcheggi vicini a pagamento in Via Lazzaro Papi,
vicino al concessionario Renault

Prenota una visita o chiedici informazioni

Cliccando su “Invia” dichiari di aver letto ed accettato le condizioni sulla Privacy

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa “privacy policy” di per il trattamento dei miei dati

4 + 9 =