CONTACT US: Tel. / Fax: +39 02.55.10.597

Domande frequenti

Le domande che possono venire in mente nel momento in cui occorre recarsi dal dentista sono tante. Alcune potrebbero essere queste...

Vorrei sottopormi ad una visita di controllo ed è la prima volta che mi rivolgo allo Studio De Pascalis. Cosa devo fare?

Puoi chiamare senza impegno al numero di telefono dello studio 02.55.10.597 o madare una mail all´indirizzo federica@studiodepascalis.eu.

Verrà fissato un appuntamento, cercando di venire incontro alle esigenze del cliente.

Posso prendere appuntamento anche attraverso il sito?

Nella pagina dei contatti, così come nel footer del sito, si possono trovare tutti i recapiti telefonici e la mail dello Studio.

Inoltre, in caso di urgenze, si potrà compilare il form: un canale dedicato a chi non può aspettare!

In cosa consiste una prima visita?

Durante la prima visita, il dentista procede ad un´ispezione accurata del cavo orale, valutando la condizione di mucose e denti.

Solo a questo punto, una volta individuati problemi e/o necessità del paziente, si procede con un preventivo di massima e la definizione degli step di lavoro.

Il preventivo per un certo tipo di intervento corrisponderà a quello che pagherò alla fine del trattamento? Come potrà variare?

In fase di consegna del preventivo, il paziente viene informato, in linea di massima, sugli eventuali e diversi interventi che potrebbero doversi attuare.

In ogni caso, prima di procedere in maniera diversa da quella preventivata, il paziente verrà consultato e insieme al dentista verranno valutate le opzioni possibili.

Per quanto riguarda i pagamenti, sarà possibile personalizzarli in base alle mie esigenze?

Lo Studio De Pascalis ha come sua filosofia quella di andare incontro ai suoi pazienti.

Essenso lo Studio socio Andi (associazione nazionale dentisti italiani), le necessità di personalizzazione dei pagamenti possono essere supportate dalla collaborazione con una finanziaria, che offre soluzioni a tassi agevolati.

Lo studio è convenzionato con il Sistema Sanitario Nazionale?

Lo Studio De Pascalis non è convenzionato con il SSN, ma offre servizi di alto livello a prezzi onesti.

Quali servizi offre lo Studio dentistico?

I servizi offerti sono principalmente: pedodonzia, terapia conservativa, endodonzia, sbiancamenti professionali, parodontologia, implantologia, protesi, terapia di mantenimento.

Nel caso in cui lo Studio non avesse i mezzi per rispondere alle necessità del paziente, questi verrà accompagnato e indirizzato presso altri professionisti.

Le radiografie vengono effettuate direttamente allo Studio?

Lo Studio De Pascalis è attrezzato per effettuare status radiorafici con rx endorali.

Se dovessi avere esigenze durante il week end o nei giorni di festa, come mi devo comportare?

Lo Studio ha una mail dedicata alle emergenze, a cui è collegato il form che si trova nel footer del sito.

Dopo l´invio, il paziente con una problematica urgente da risolvere riceverà risposta in poche ore.

Avete un angolo dedicato ai bambini per farli sentire più a loro agio?
Avete un angolo dedicato ai bambini per farli sentire più a loro agio?

Allo Studio De Pascalis i bambini sono più che benvenuti.

Per questo, oltre ad un angolo a loro dedicato, gli specialisti fanno del buonrapporto bambino-dentista un obiettivo fondamentale del loro lavoro.
In quest´ottica è stato inventato anche il supereroe “dentistico” DENTALMAN, le cui avventure i bambini potranno leggere in studio.

ALITOSI: A cosa è dovuta?

L’alitosi: l’alito cattivo può essere dovuto a: disturbi gengivali, carie, disidratazione,disturbi digestivi , consumo di alcolici, fumo ed alcune malattie sistemiche. Svegliarsi la mattina con l’alito cattivo è dovuto soprattutto alla disidratazione, perchè durante il sonno il metabolismo rallenta, il flusso di saliva diminuisce quindi gli acidi e altri residui subiscono un processo di putrefazione. Per questo prima di coricarsi è molto importante lavarsi con cura i denti e usare il filo interdentale.

L’alitosi è una conseguenza dalla malattia parodontale?
I batteri presenti nel cavo orale ed in modo preminente nelle tasche parodontali causano alito maleodorante che è tra i primi sintomi avvertiti dal paziente parodontopatico.

GRANULOMA: Che cos'è?

Il granuloma è una reazione infiammatoria che l’organismo mette in atto per contrastare le tossine che i batteri producono. E’ detto granuloma apicale quello che si presenta all’apice della radice di un dente. Il granuloma può sfociare in ascesso.

PARODONTO: Cos'è?

Il parodonto è costituito da tutti i tessuti che circondano il dente e che lo tengono attaccato al tessuto osseo. Quali: gengiva, legamento parodontale, cemento radicolare ed osso alveolare.

PIORREA/PARODONTITE: Cos'è la piorrea o parodontite?

E’ la malattia un tempo conosciuta con il nome di Piorrea. Colpisce i tessuti che tengono ancorato il dente all’osso, che sono il legamento parodontale,il cemento radicolare e l’osso alveolare.

GENGIVE: Cosa causa il sanguinamento delle gengive?

Il sanguinamento gengivale è la prima manifestazione di infiammazione causata dell’accumulo di placca batterica.

IMPIANTI: Che cos'è l'implantologia orale?

Questa branca dell’odontoiatria si occupa della riabilitazione protesica tramite radici artificiali, che possono sostenere denti singoli, ponti a più elementi dentari o protesi complete per intere arcate dentali.

I miei denti si muovono, è normale?

No. La Mobilità Dentale è uno dei sintomi principali di Malattia Parodontale.

Ho i denti allungati e si sono scoperte le radici, è normale?

No, la Recessione Gengivale, può essere causata da tecniche di spazzolamento inappropriate.

Cos'è la Placca Dentale?
La placca è una patina quasi invisibile di batteri che si forma costantemente sui denti. Già dopo poche ore dopo aver lavato i denti, la placca batterica ricopre nuovamente la superficie dentale.
Quando va cambiato lo spazzolino?

Lo spazzolino deve avere caratteristiche ben specifiche: il manico diritto, una testina piccola per raggiungere facilmente ogni parte della bocca, setole medio morbide e arrotondate in punta.

Le setole devono essere integre, di pari lunghezza e perfettamente dritte.

Non appena perde queste caratteristiche di integrità e funzionalità lo spazzolino va cambiato. Con l’uso, infatti, si consuma e si deforma.

Lo spazzolino va usato anche con le protesi mobili?

Con lo spazzolino si puliscono ogni giorno anche le protesi mobili (dentiere) prima di immergerle nelle soluzioni disinfettanti specifiche.

Che cos'è la carie?

La carie è un processo distruttivo del dente ad eziopatogenesi multifattoriale dove entrano in gioco: batteri cariogeni aggregati nella placca batterica, un’alimentazione ricca di zuccheri.

Che cos'è la placca batterica?

La placca batterica è l’insieme dei batteri non patogeni normalmente presenti nella bocca, che si depositano sulla superficie dei denti, dove si riproducono e si organizzano, liberando gli acidi responsabili della carie, utilizzando come fonte d’energia gli zuccheri rimasti in bocca.

Quando e perché la carie fa male?

Dalla superficie dello smalto, estendendosi in profondità, il processo carioso raggiunge la dentina. In questo stadio il dente fa male a contatto con il freddo e con i cibi acidi o zuccherati. Quando, procedendo ulteriormente in profondità, la carie raggiunge la polpa, il dolore diviene spontaneo, soprattutto di notte o in posizione sdraiata. Il dente fa male alla percussione e a contatto con liquidi o cibi caldi.

Perchè sono importanti le visite di prevenzione?
Nel corso di una visita di prevenzione il dentista può evidenziare la presenza di processi cariosi e consigliarne la cura. Inoltre il dentista può controllare il livello d’igiene orale domiciliare tenuta nei mesi precedenti ed eventualmente dare gli opportuni consigli per migliorarla e fornire le adeguate istruzioni d’igiene fondamentali per il controllo dell’insorgenza della patologia.
Perchè curare la carie anche quando non fa male il dente?

Perché la cura di un processo carioso iniziale è più semplice, richiede un minor dispendio di tempo e ha un costo sicuramente più basso.

Perchè curare la carie e non estrarre il dente cariato?
La cura della carie mediante otturazione e/o ricostruzione, a volte preceduta da devitalizzazione, è fondamentale per preservare la funzione masticatoria e rimuovere o prevenire l’eventuale infezione.
E' necessario curare i denti da latte?

Sì, a meno che non stiano per cadere e lasciare il posto ai corrispondenti denti definitivi.

Nei bambini è importante mantenere i denti da latte in modo da permettere l’alloggiamento dei corrispondenti denti permanenti. La presenza del dente deciduo stimola infatti la formazione e lo sviluppo del dente permanente corrispondente e dell’osso alveolare deputato ad accoglierlo.

E' possibile prevenire l'insorgenza della carie?
Una corretta igiene orale ed una buona igiene alimentare possono abbassare notevolmente il rischio d’insorgenza di patologia cariosa. Le periodiche visite di controllo dal dentista unitamente alle consigliate sedute d’igiene professionale mantengono ulteriormente sotto controllo la situazione.
Che cosa è consigliabile fare dopo una terapia canalare?

Un dente devitalizzato è più fragile pertanto, per evitare fratture, è consigliato ricoprirlo con una corona ed eventualmente irrobustirlo con un perno endocanalare in fibra di vetro.

Esiste una correlazione tra malattia parodontale e malattie cardiache?

Sì. Le malattie cardiache e la malattia parodontale hanno correlazioni dovute all’influenza che la malattia parodontale può esercitare sulle malattie cardiache.

La malattia parodontale è sostanzialmente un’infezione batterica, i batteri possono entrare nel circolo ematico ed agire come fattori aggravanti di alcune malattie cardiache, come le malattie coronariche o le endocarditi infettive.

Il fumo influisce sulla sopravvivenza implantare?

Il fumo può determinare la perdita precoce di un impianto, quindi è fondamentale che chi si sottopone a terapia implantare riduca il numero di sigarette e curi molto bene l’aspetto dell’igiene orale.

La malattia parodontale (piorrea) è contagiosa?

La malattia parodontale è causata dalla presenza di batteri parodontopatogeni, il che implica che sia anche una malattia contagiosa. Inoltre la malattia parodontale è anche una malattia genetica, che viene trasmessa da genitori a figli.

Esistono tecniche per far ricrescere l'osso?

Le tecnologie moderne prevedono l’utilizzo di innesti e di materiali sintetici per permettere la rigenerazione ossea guidata (GBR). Grazie a questi innesti è poi possibile intraprendere una terapia implantare e protesica.

Una persona adulta può effettuare un trattamento ortodontico?

Sì, è possibile effettuare un trattamento ortodontico anche in un paziente adulto, sempre con preliminari indagini radiografiche ed una accurata visita clinica.

L'uso del filo interdentale è necessario o è sufficiente l'uso dello spazzolino?
L’uso del filo interdentale è fondamentale per la pulizia degli spazi tra dente e dente; quindi, la rimozione meccanica di tutta la placca batterica non è possibile effettuarla con il solo uso dello spazzolino.